SCOTTO A TN: "Contento per l'esordio, ma continuiamo il lavoro di Maiuri. Nocerina, attenta alla Cittanovese"

di Marco Esposito
articolo letto 339 volte
Foto

La Nocerina dopo la pesante vittoria ottenuta al “San Francesco” contro l’Acireale comincerà a preparare la sfida che la vedrà ospite della Cittanovese. La squadra calabrese naviga in acque tranquille ma non ha ancora raggiunto la matematica salvezza, per questo giocherà la prossima partita contro i molossi col coltello tra i denti per ottenere 3 punti che varrebbero la permanenza in Serie D. Per conoscere pregi e difetti del roster giallorosso la nostra redazione ha intervistato in esclusiva Felice Scotto, che ha esordito come allenatore del Portici contro la Cittanovese, dopo la vicenda Maiuri.

“Abbiamo trovato una squadra agguerrita e ben strutturata in tutti i reparti nonostante alcune defezioni a centrocampo. Hanno una difesa caratterizzata da over con la sola presenza under di Alfano, giovane di ottima prospettiva. In attacco hanno in Ortolini il terminale offensivo, centravanti di struttura che gioca per la squadra, dotato di una buona progressione. Sulle corsie Postorino e Foderaro possono creare grattacapi alla difesa rossonera grazie alla loro imprevedibilità".

Sull'esordio in panchina il giovane tecnico afferma: "Sono contento per il mio esordio in panchina perché abbiamo fatto una buona prestazione dando continuità al lavoro di Maiuri. Io e il Prof non ci sentiamo sostituti del tecnico, la sua è stata una scelta personale. Abbiamo deciso di andare avanti d’accordo col mister con la speranza di continuare quello che abbiamo iniziato insieme".

Scotto ha poi parlato dell'esperienza con la Nocerina: "A Nocera sono stato benissimo, sono arrivato con Pasquale Esposito, poi ho continuato con Enzo Maiuri, con il quale ho condiviso anche l’esperienza precedente a Caserta, ed infine sono stato con Gianni Simonelli. Da ognuno di loro ho imparato qualcosa che porterò per sempre con me".

Conclude parlando del suo futuro: "Nel futuro mi piacerebbe allenare, è l’ambizione di tutti, ma spero di entrare a far parte di uno staff tecnico di alto livello visto che ho preso da poco l’abilitazione come match analyst".


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy